stemmi

Airone cinerino

Airone cinerino

Nome scientifico:

Ardea cinerea

Famiglia:

Ardeidi

Protetta:

Si

Lunghezza totale corpo:

90-98 cm

Apertura alare:

175-195 cm

Peso:

1,6-2 kg

scarica la scheda

Come riconoscerlo: E’ uno degli aironi di più grandi dimensioni. Ha il collo sottile e allungato, caratteristicamente ripiegato a “S” durante il volo, il becco giallo-oro, lungo e affilato, e le zampe molto lunghe, brunastre. Sul capo degli adulti è presente un sottile ciuffo di colore nero. Il maschio e la femmina sono indistinguibili e hanno una colorazione prevalentemente grigia con ampie aree bianche e nere. I giovani sono più sbiaditi.

Distribuzione e habitat: In Italia sono presenti numerose colonie in particolar modo in Lombardia, Piemonte, Toscana ed in buona parte della Pianura Padana. Lo si può trovare in vari tipi di zone umide, quali: stagni, paludi, anse di fiumi, bordi di grandi laghi o canali e canneti. Frequenta anche la campagna coltivata in cerca di cibo e le boscaglie o boschi riparii, per nidificare.

Fenologia: Migratrice regolare (M reg), svernante (W), nidificante irregolare (B irr).

Osservazione in Torbiera: Lo si può osservare agevolmente, tutto l’anno, sia in volo che appostato immobile alla base del canneto, intento nella pesca all’agguato. Emette suoni secchi e rochi e un breve e aspro “cranck”.

Riproduzione: Tra gennaio e maggio. Costruisce il nido sugli alberi alti, cespugli o nei canneti, sempre in prossimità dell’acqua, dove poi la femmina depone 4-5 uova da cui nascono, dopo un’incubazione di circa 25 giorni, i pulcini.

Alimentazione: Si nutre di pesci, rane, girini, bisce d’acqua, invertebrati e, in minor misura, anche di piccoli mammiferi.

Comportamento: E’ solitario ma anche gregario e coloniale, nidificando nelle cosidette “garzaie” in gruppi molto grandi. L’airone cenerino mostra una grande abilità nella caccia e nella pesca, utilizzando la tecnica dell’agguato, grazie al lungo collo e al becco appuntito. Ha un volo lento, diretto e possente, fatto di battiti d’ala profondi e lenti.

Curiosità: Per la sua grande destrezza nella caccia è oggetto di persecuzioni ed abbattimenti da parte degli allevatori di pesci. Ricordiamo che l’airone cenerino è una specie protetta e quindi non cacciabile.