stemmi

Cigno Reale

Cigno Reale

Nome scientifico:

Cygnus olor

Famiglia:

Anatidi

Protetta:

Si

Lunghezza totale corpo:

127-150 cm

Apertura alare:

220-275 cm

Peso:

8,5-10,5 kg

scarica la scheda

Come riconoscerlo: Anatide di grandi dimensioni e d’inconfondibile bellezza ed eleganza. Ha un piumaggio candido da adulto e grigiastro da giovane. Gli adulti hanno un lungo collo e becco arancione con un lobo frontale nero assai grosso nel maschio nell’epoca della riproduzione, mentre è appena accennato nella femmina e nei giovani. I giovani hanno un becco color carnicino e nero alla base. Le zampe sono di colore grigio.

Distribuzione e habitat: E’ diffuso in tutta Europa ed è molto comune sia sul lago d’Iseo che sul lago di Garda. Predilige, per nidificare, zone con abbondante canneto.

Fenologia: Sedentaria e nidificante (SB), migratrice regolare (M reg.), svernante (W).

Osservazione in Torbiera: Presente tutto l’anno. E’ possibile vederlo in acqua, mentre decolla o atterra, oppure in volo. Il cigno è generalmente poco vocale; emette vari suoni fischianti e schioccanti.

Riproduzione: Da aprile a maggio. Costruisce un nido enorme, da 1 a 4 metri di diametro, realizzato nelle vicinanze della riva o nei canneti in acqua bassa; la femmina vi depone 4-12 uova bianco sporco da cui nascono, dopo circa 34-38 giorni, dei bellissimi pulcini.

Alimentazione: La dieta è assai varia e va dalle erbe di palude, a pesciolini, girini, rane e insetti, al pane offerto dai turisti.

Comportamento: Tranne nel periodo riproduttivo, è di indole socievole e, a volte, si raduna in grandi stormi. Le coppie adulte sono fortemente territoriali e mostrano una notevole aggressività nei confronti sia dei congeneri sia di altre specie di uccelli. La coppia protegge costantemente i piccoli appena nati e durante gli spostamenti della famiglia il maschio chiude sempre la fila mentre la femmina la guida. Nel volo, potente e diritto, caratterizzato da lenti e potenti battiti d’ala, tiene il collo teso. Nuota con eleganza spesso con collo ed ali arcuate e becco rivolto in basso, mentre sulla terraferma cammina piuttosto goffamente.

Curiosità: Nella cultura popolare il cigno reale è noto per la celebre fiaba del “Il brutto anatroccolo” di Hans Christian Andersen.